Come sfruttare a tuo vantaggio il periodo negativo di epidemia di Covid-19 per entrare nel business degli affitti brevi?

Se già in passato le persone nutrivano una certa perplessità riguardo al business di AirBnb e degli affitti brevi, oggi, con la pandemia di Covid-19, si incontrano ancora più dubbi al riguardo, in particolare per quanto concerne la questione dell’acquisizione degli immobili.

Sfatiamo una leggenda metropolitana purtroppo in auge, secondo cui, se si è in possesso di un appartamento di proprietà, allora si può entrare in questo business, altrimenti no. Questo non è assolutamente vero! C’è la possibilità, reale e totalmente legale, di entrare nel business degli affitti brevi sfruttando le potenzialità del subaffitto o del property management.

Subaffitto o gestione di immobili altrui?

La sublocazione è una pratica assolutamente legale, regolamentata dall’articolo 1594 del Codice Civile italiano: esso consente a chiunque di prendere in affitto un immobile e, su accordo firmato, e quindi legittimo, con il proprietario di casa, metterlo in subaffitto sulle piattaforme on-line degli affitti brevi, come AirBnb e Booking; in questo modo, il proprietario dell’appartamento riceverà il consueto canone di affitto e l’affittuario guadagnerà sui subaffitti.

A ciò si aggiunge un’altra possibilità, quella di prendere in gestione un immobile di proprietà di un terzo e affittarlo in cambio di una percentuale: si parla di property management, la pratica che ci permette, sempre dietro accordi legali con il proprietario di casa, di gestire immobili altrui e guadagnare una percentuale sugli affitti.

Come fare per convincere i proprietari?

A questo punto, lo scetticismo aumenta: com’è possibile convincere il proprietario di un appartamento a farsi affidare il proprio immobile? Con una serie di leve che scoprirai seguendo il corso di Bnb Academy. Tra queste, una è sicuramente l’assicurazione che AirBnb offre agli hosts: Airbnb è l’unico portale che assicura l’immobile per 800 mila euro per danni arrecati dai clienti e l’host con un’assicurazione di responsabilità civile da un milione di euro, per risarcire gli ospiti nel caso in cui qualcuno dovesse farsi male in casa sua. E questo è un grandissimo vantaggio per i proprietari…e per te che vuoi entrare in questo mondo!

Oggi, anche l’epidemia da Covid-19 ci fornisce un ulteriore vantaggio: tantissimi sono gli appartamenti rimasti sfitti a causa della pandemia e tanti sono anche i proprietari che si ritrovano con inquilini morosi di cui non riescono a liberarsi. Ed ecco che arrivi tu in loro aiuto, offrendo loro la possibilità di guadagnare con il business degli affitti brevi; oltretutto, il Covid ha fatto sì anche che i canoni di affitto siano più bassi e le caparre siano inferiori.

Insomma, convincere un proprietario di immobile a farsi affidare la gestione del proprio appartamento, che sia con la pratica del subaffitto o con il property management, è ancora più semplice oggi, con l’epidemia da Covid-19.

Questo e tanti altri argomenti saranno trattati in maniera più approfondita nel corso di Bnb Academy: diventa anche tu un host di successo e inizia a guadagnare con questo business altamente profittevole e senza investimenti!

Continui a perdere tempo?

Ho registrato una lezione completamente gratuita che ti spiega come puoi iniziare anche tu ad affittare su AirBnB degli appartamenti... che non hai!
Compila il modulo per accedere subito!